È stato pubblicato il primo teaser di 2020: Space Beyond, rilasciato in anteprima a Wired. Il documentario racconta l’ultima missione di Luca Parmitano, astronauta ESA e primo comandante italiano della Stazione Spaziale Internazionale.

Ritornato il 6 Febbraio 2020, dopo 201 giorni a bordo della ISS, Parmitano sta attraversando il periodo di recupero fisico presso il Centro Astronautico Europeo.

La trama di 2020: Space Beyond

Il film, in uscita il prossimo Autunno, racconta l’ultima missione di Parmitano, durante la quale sono stati svolti centinaia di esperimenti, in diversi ambiti scientifici.

Durante la missione Parmitano ha inoltre diretto una serie di EVA molto complesse per ristabilire l’operatività dello AMS-2 (Alpha Magnetic Spectrometer). Essenzialmente si tratta di uno strumento in cerca di materia oscura, principale componente massiva ed energetica dell’Universo e di cui ne ha regolato nascita ed evoluzione.

Non progettato per essere manutenuto in orbita, lo strumento ha una forte impronta italiana: Roberto Battiston, ex presidente dell’Asi, è stato tra i suoi principali investigatori; inoltre è stato un astronauta italiano, Roberto Vittori, a portare in orbita lo strumento a bordo dello Shuttle.

Oltre alla normale routine, Parmitano ha anche battuto qualche record, come quello di maggior permanenza nello Spazio per un astronauta ESA.

A differenza di quanto riportato precedentemente, il film sarà diretto da Francesco Cannavà con il supporto dell’ente spaziale Europeo (ESA) e di quello Russo (Roscosmos).

I disastri ambientali dell’ultimo periodo sono uno dei temi che saranno più trattati in 2020: Space Beyond. Parmitano stesso, condividendo la sua prospettiva privilegiata, si è fatto portatore dei danni che la Terra sta subendo: dall’uragano dei Caraibi, agli enormi incedi divampati in Australia, Brasile e Africa.

Intervista a Wired

Ecco un estratto delle parole di Parmitano, rilasciate a Wired, in un’intervista anteprima di 2020: Space Beyond

Non sono in grado di dire se i mutamenti siano naturali o causati dall’uomo ma la comunità scientifica è pressoché concorde nel dire che quello che sta succedendo in questi anni non ha precedenti. Non possiamo prevederne le conseguenze sull’ecosistema e sull’uomo e non c’è bisogno che sia l’astronauta Luca Parmitano a portare queste descrizioni, basta guardare i numeri che sono molto più spietati di qualsiasi cosa possa dire io.

~Luca Parmitano
Astronauta Esa




Nell’attesa che arrivi l’Autunno non possiamo dunque che aspettare ulteriori teaser di 2020: Space Beyond.