Home » GE9X: il motore più potente mai costruito e l’eccellenza del made in Italy

GE9X: il motore più potente mai costruito e l’eccellenza del made in Italy

Categorie Aviazione · Civile

Di recente vi abbiamo introdotto alle caratteristiche tecniche del nuovo motore di General Electric. GE9X è il motore più potente mai costruito per l’aviazione. Inoltre, con un diametro del fan di circa 3.39 metri, questo propulsore rappresenta anche il più grande mai realizzato. Prestazione e affidabilità sono i punti cardine di questo progetto che potenzierà il Boeing 777X, il quale rappresenta l’evoluzione del Boeing 777. La nuova versione presenta diverse innovazioni tecniche importanti sul piano delle strutture e della propulsione. Infatti, i nuovi motori GE9X e le nuove ali con winglets pieghevoli puntano ad aumentare le prestazioni dell’aereo. Qui, vi abbiamo introdotto alle particolarità tecniche alla base di questo ambizioso motore.

Nel settembre 2020, la federal aviation administration (FAA) ha certificato il propulsore, segnando cosi un importante passo verso la sua utilizzabilità. Nel contesto di una sfida altamente tecnologica, General Electric ha deciso di affiancare alle innovazioni, quelle tecnologie rodate e affidabili che hanno contraddistinto i propulsori nell’aviazione recente. Il lavoro sviluppato dal colosso statunitense sulla ricerca e i test di nuovi materiali punta verso l’eccellenza per estrarre prestazione da ogni dettaglio. Un partner fondamentale per il raggiungimento dell’eccellenza arriva proprio dalla nostra nazione. Infatti, l’azienda italiana Avio Aero ha un ruolo fondamentale per il progetto di GEX9.

motore potente GE9X
Credits: General Electric

Made in italy per GE9X, il motore più potente mai costruito

Il cuore di questo motore innovativo è costruito proprio in Italia e in particolare in Piemonte. Infatti, Avio Aero è l’azienda che si occupa dello sviluppo del modulo turbine e della stampa delle pale. La produzione dei componenti avviene grazie alla stampa additiva ovvero una tecnologia sempre più utilizzata nel mondo aerospaziale. L’utilizzo di questa tecnica permette di utilizzare meno materia prima e ridurre gli scarti. Di conseguenza, il processo punta alla sostenibilità che rappresenta un punto fondamentale per il futuro. Non solo produzione, ma anche i test sulla turbina a bassa pressione e sul compressore sono stati effettuati in Italia, a Massa.

L’acquisizione di Avio Aero da parte del colosso americano ha significato un punto di svolta nel mercato dell’industria aerospaziale per l’azienda italiana. Infatti, prima di questo turning point, Avio Aero rappresentava una realtà più piccola operante come componentista, mentre le realtà più strutturate lavoravano alle parti rilevanti dei progetti. Ciononostante, le collaborazioni tra le due aziende sono iniziate negli anni 90 quando ancora il gruppo Fiat gestiva Avio. L’ambizione dell’azienda italiana di acquisire un ruolo industriale più rilevante è sempre stata alla base del lavoro sviluppato. Grazie a GE e alla crescita nelle competenze dell’azienda, oggi Avio Aero è una delle realtà più prestigiose dell’industria europea di motori aeronautici.

Oltre al contributo al progetto GE9X, Avio Aero sta sviluppando parte del Catalyst. Questa nuova configurazione rappresenta un motore innovativo per la tecnologia dei turboelica. Il progetto, oltre a dare prestigio ad Avio Aero, incrementa l’importanza del nostro paese nell’industria aeronautica. Infatti, l’Italia è una delle poche nazioni occidentali oltre a Francia, Inghilterra e USA in grado di sviluppare completamente un intero motore. Quindi, questa realtà rappresenta un successo per il nostro paese a riconferma di quanto il made in Italy sia garanzia di qualità ed eccellenza.

Credits: Avio Aero

Tra innovazione e ripresa

Grazie alla manovra di GE, Avio Aero ha quindi iniziato un processo di industrializzazione su più grande scala. In qualità di azienda protagonista, anche GE ha dovuto fare i conti con la crisi del mercato aeronautico dovuto alla pandemia mondiale. I numeri sono molto chiari. Quest’anno si è verificato un drastico calo del traffico di passeggeri e dei voli aerei. In un momento simile, l’industria si preoccupa del rapporto tra produzione e richiesta. Inoltre, i piani di ripartenza post-pandemia rimangono temi fondamentali in questo momento di incertezza. Le nuove tecnologie come il GE9X, motore più potente mai costruito, possono essere protagoniste della nuova era dell’aviazione post Covid 19.

Come si può evincere dall’importanza di questi progetti, l’Italia conferma la sua posizione di leader nel settore aeronautico. L’importanza di Avio Aero risalta anche grazie al seguente dato: 80% dei voli commerciali nel mondo utilizza componentistica sviluppata dall’azienda italiana. Dunque, l’eccellenza del made in Italy è evidenziata ancora una volta in questi progetti dove l’innovazione ingegneristica incontra il futuro e la sostenibilità.

FONTI VERIFICATE

Lascia un commento