Home » Il Capitato Kirk, William Shatner, sarà l’uomo più anziano ad andare nello spazio

Il Capitato Kirk, William Shatner, sarà l’uomo più anziano ad andare nello spazio

Tra pochi giorni William Shatner, già capitato Kirk in Star Trek, andrà nello spazio a bordo di Blue Origin.

Categorie Agenzie spaziali · Missioni spaziali

La sua voce Wikipedia recita “attore, regista, produttore televisivo, doppiatore, produttore cinematografico e scrittore canadese” ma, dal prossimo 12 ottobre, il suo curriculum sarà davvero “stellare”. Stiamo parlando di William Shatner, arcinoto per il ruolo di capitano Kirk in Star Trek, che il prossimo 12 ottobre salperà nello spazio con Blue Origin.

Dall’Enterprise alla Blue Origin

Come già detto, William Shatner ha interpretato James Tiberius Kirk, capitano delle astronavi USS-Enterprise NCC-1701 prima e USS-Enterprise NCC-1701-A dopo, nel cult di fantascienza per eccellenza, Star Trek. Ma questa volta William Shatner sarà protagonista di un’impresa poco fantascientifica e molto reale. Infatti, il prossimo lancio programmato di Blue Origin includerà Shatner nel suo equipaggio. Egli sarà anche l’uomo più anziano ad essere mai stato nello spazio. Il record verrà tolto a Wally Funk, 82 anni, che lo scorso luglio aveva stabilito questo primato. Shatner, infatti, ha ben 90 anni!

Leonard Nimoy, William Shatner, Spock e Kirk, Star Trek.
William Shatner, a destra nei panni del capitato Kirk al fianco del compianto Leonard Nimoy, interprete di Spock.

L’equipaggio del capitano Kirk

Il lancio del 12 ottobre, oltre al già citato William Shantner, comprenderà altre 3 persone. Si tratta di Audrey Powers di Blue Origin e vice presidente del New Shepard Mission & Flight Operation, Chris Boshuizen (co-fondatore di Planet Labs) e Glen de Vries (co-fondatore di Meditata). Questo lancio, sarà anche il primo a comprendere nell’equipaggio un’impiegata della compagnia, l’avvocata e ingegnera Audrey Powers che fa parte del team di Blue Origin dal 2013.

William Shatner, Audrey Powers, Blue origin, lancio 12 ottobre
William Shatner (sinistra, foto di Gary Marschka) e Audrey Powers, di Blue Origin. Entrambi fanno parte dell’equipaggio del lancio del 12 ottobre.

Gli altri membri dell’equipaggio

Oltre alla star Shatner e alla vice presidente Powers, l’equipaggio sarà completato da Chris Boshuizen e Glen de Vries. Boshuizen è co-fondatore di Planet Labs nel 2010 e ne è stato CTO per 5 anni. Sotto la sua direzione tecnica, Planet è stata la prima compagnia a utilizzare commercialmente nanosatelliti (satelliti che hanno una massa tra 1 e 10 chilogammi) e attualmente, con l’ausilio di 450 satelliti, provvede quotidianamente nel fornire una mappatura globale dei cambiamenti che avvengono sul pianeta Terra.

Chris Boshuizen (left) and Glen de Vries (right), blue origin.
Chris Boshuizen (sinistra) and Glen de Vries (destra), foto da blueorigin.com

Glen de Vries è, invece, co-fondatore di Meditata Solutions (1989), la piattaforma di ricerca clinica più usata nel mondo. La compagnia di software ha supportato più di 25 mila trials clinici, con più di 7 milioni di pazienti in ogni area terapeutica: dai vaccini al cancro e altre malattie rare.

Kirk-Shatner nello spazio, non proprio una sorpresa

Per gli ammiratori di Shatner, la notizia di vederlo a bordo di una nave spaziale potrebbe non essere stata del tutto inaspettata. Infatti, William Shatner aveva già manifestato il desiderio di fare parte di un equipaggio spaziale sui propri social. L’anno scorso, mentre la Nasa si preparava al lancio dal suolo statunitense (che non accadeva da ben 9 anni), Shatner aveva dichiarato (ironicamente) di essere disponibile e avere già una tuta pronta. Nel successivo Comicon di San Diego, aveva aperto alla possibilità di partecipare ad uno dei lanci spaziali successivi.

Con William Shatner il turismo spaziale diventa sempre più reale

È noto da tempo, ormai, che il turismo spaziale sia una realtà sempre più consolidata. Per viaggi low cost che siano davvero alla portata di tutti (o almeno, della maggior parte) bisognerà aspettare ancora qualche anno (o decennio). Nel frattempo, per tutti noi appassionati di fantascienza, è senz’altro suggestivo ammirare il novantenne capitato Kirk a bordo di una vera nave spaziale.

Lascia un commento