Home » Thomas Pesquet protagonista di due passeggiate spaziali

Thomas Pesquet protagonista di due passeggiate spaziali

L'astronauta francese ha effettuato una passeggiata spaziale mercoledì ed è pronto a tornare al lavoro in un'altra attività extra-veicolare con il collega della Nasa per aggiornare i pannelli solari della stazione.

Categorie Agenzie spaziali · Missioni spaziali

La missione Alpha in cui è protagonista Pesquet è decollata il 23 aprile 2021. Questa è una settimana intensa per l’astronauta francese che è coinvolto in due attività extra-veicolari. Thomas Pesquet oltre ai lavori quotidiani sulla ISS, ha partecipato alla prima passeggiata mercoledì 16 e sarà nuovamente protagonista di quella che si terrà domenica 20 giugno. La prossima passeggiata spaziale sarà visibile qui, direttamente dal canale Esa, domenica a partire dalle 12.30 CEST.

Pesquet ha sottolineato il suo entusiasmo per questo evento attraverso il suo canale Instagram. Prima dell’inizio di quella che è considerata la massima esperienza per un astronauta, Pesquet ha sottolineato la mole di lavoro che lo aspettava e la sua ammirazione per l’efficacia del team-work in cui è coinvolto. L’astronauta della Nasa, Shane Kimbrough è il compagno che affianca Pesquet in queste due attività utili allo sviluppo e alla manutenzione della stazione.

Thomas Pesquet
Credits: Thomas Pesquet

Gli astronauti della Nasa Megan McArthur e Mark Vande Hei aiuteranno i due colleghi dall’interno della stazione. Infatti, hanno la responsabilità di portare Pesquet e Kimbrough nei luoghi di lavoro tramite il braccio robotico lungo 17 metri.

In particolare, il duo sta lavorando sui pannelli solari della stazione. Questi rappresentano la principale fonte di energia. Vista la loro importanza, la manutenzione è fondamentale per garantire le performance richieste dal sistema in termini di potenza. La “passeggiata” di domenica dovrebbe durare almeno sette ore in cui i due astronauti lavoreranno intensamente per completare gli obiettivi prefissati.

Thomas Pesquet
Credits: Thomas Pesquet

Le modifiche ai pannelli solari

Come accennato, la passeggiata spaziale è necessaria per la manutenzione dei pannelli solari della ISS. Durante le attività i due astronauti hanno l’obiettivo di installare due dei sei nuovi gruppi di pannelli solari. In seguito all’installazione, i pannelli si dispiegheranno nello spazio. Questi nuovi componenti hanno raggiunto la stazione tramite la missione SpaceX CRS-22.

I pannelli solari attualmente in uso sono ancora funzionanti ma stanno raggiungendo la fine della loro vita fissata dal progetto a 15 anni di servizio. I primi pannelli sono stati istallati sulla ISS nel 2000 e hanno generato potenza per la stazione per più di 20 anni. I nuovi componenti non sostituiranno quelli attuali ma saranno posizionati di fronte ad essi.

Con questa configurazione è così possibile ottimizzare anche i pannelli solari a fine vita nonostante la loro efficienza sia ridotta. Questa strategia aumenterà la potenza disponibile sulla ISS la quale passerà dai 165 kilowatts attuali ad un massimo di 215 kilowatts. Inoltre, la stessa soluzione portata dai nuovi pannelli verrà utilizzata per fornire potenza al Lunar Gateway, la futura stazione spaziale in orbita cislunare.

L’emozione di Thomas Pesquet

Thomas Pesquet e Shane Kimbrough hanno già collaborato insieme in un’ attività extra-veicolare. Durante la missione Proxima, nel 2017, i due hanno lavorato all’esterno della ISS per compiere diverse mansioni. Tra le altre, hanno aggiornato le batterie della stazione, lubrificato il Canadarm-2 e preparato la porta di accesso per ricevere la Dragon per la missione cargo gestita da SpaceX. Proprio questo trasporto ha portato sulla ISS i pannelli che i due astronauti stanno montando in questi giorni.

Credits: Thomas Pesquet

Spesso ci chiediamo cosa può provare un astronauta durante un’attività nello spazio aperto. L’astronauta francese non ha nascosto la sua grande emozione dopo la passeggiata di mercoledì e tramite i suoi canali social ha affermato:

E’ probabilmente l’esperienza più impressionante che io abbia mai avuto, anche se non è stato facile. Non dimenticherò mail la trasferta sul braccio robotico che ha trasportato me e tutta l’attrezzatura. Anche il minimo movimento avrebbe aumentato l’inerzia del meccanismo. Anche se alcune cose non sono andate come da programma, sono orgoglioso di come abbiamo trovato le soluzioni con il mio team. Shane, il centro di controllo e i nostri colleghi a bordo hanno fatto un lavoro incredibile. Sicuramente in questo momento l’adrenalina è molto alta ma sono certo che non è possibile trovare un team di lavoro migliore di questo.

Thomas Pesquet

FONTI VERIFICATE

 

Lascia un commento