“Quando camminerete sulla terra dopo aver volato, guarderete il cielo perché là siete stati e là vorrete tornare”  diceva Leonardo da Vinci, e a tale scopo ideò una serie di macchine volanti come la vite aerea e la struttura alare. Ancora oggi, creare aerei sempre più leggeri ed efficienti, è una priorità ma anche il sogno di molte persone in tutto il mondo.

Così sono nate numerose competizioni che mettono alla prova il talento e la preparazione di studenti e professionisti del settore aeronautico, tra cui l’Air Cargo Challenge (ACC). Questa gara internazionale, che si svolge ogni due anni in una delle grandi città europee, ha come obiettivo quello di creare un aeromodello radiocomandato spinto da un motore elettrico, capace di sollevare il maggior peso, coprendo la maggior distanza possibile, in un tempo fissato.

Air Cargo Challenge 2019

Aeromodello del Pisa Air Cargo Team, agosto 2015. Credits: http://pisa.euroavia.eu/acc2019-it/

“Design, Build and Fly” è la frase con cui Stoccarda (Germania) ospita la 7⁰ Air Cargo Challenge che si terrà ad agosto 2019 e che conterà con la partecipazione di più di 400 studenti universitari provenienti da tutto il mondo. In quest’occasione, tra i 30 team in competizione, saranno presente diverse squadre italiane appartenenti al Politecnico di Torino e alle Università di Udine, Padova e Pisa.

La prima edizione dell’ACC si è svolta nel 2003, ed è stata ideata traendo ispirazione dalle competizioni universitarie DBF (Design-Build-Fly) del Nord America. Da allora, il concorso si è tenuto ogni due anni e, dal 2007, la sfida ha raggiunto un livello europeo. Nel 2019, la competizione è organizzata, per la terza volta, da EUROAVIA Stuttgart e Akamodell Stuttgart (il vincitore delle edizioni del 2009, 2013 e 2017).

EUROAVIA Pisa e il Team Vexillum

Team Vexillum Pisa. Da sinistra verso destra: Antonio Luperini, Dario Franceschi, Silvio Sanvenero, Sacha Cecconi, Lorenzo Salteri, Leonardo Terreni, Francesco Uccetta e Francesco Stagi.

EUROAVIA Pisa, una delle associazioni affiliate all’Associazione Europea di Studenti di Ingegneria Aerospaziale (EUROAVIA), sarà presente all’ACC 2019 con il Team Vexillum Pisa, composto da otto studenti, che rappresenteranno l’università dell’omonima città toscana nella prestigiosa competizione.

“L’ACC è una sfida in grado di immergerci in un problema ingegneristico reale e farci calare nel ruolo di professionisti più che di studenti. Oltre a tutte le competenze trasversali, ci permette di vedere applicate nel concreto le varie teorie alla base dei nostri studi, apprezzandone la potenza predittiva. Risolvere problemi complessi, grazie allo spirito di squadra, riempie di soddisfazione e ci rende pronti ad affrontare il mondo del lavoro con un livello di maturità completamente diverso”, afferma Antonio Luperini, Team Leader e Presidente di EUROAVIA Pisa.

La squadra, formatasi durante gli eventi di EUROAVIA grazie anche al contributo del Pisa Air Cargo Team (squadra partecipante all’edizione del 2015), è composta da otto studenti di Ingegneria Aerospaziale dell’Università di Pisa: Antonio Luperini, Team leader; Silvio Sanvenero, Tecnico area strutturale; Lorenzo Salteri, Responsabile della meccanica del volo; Leonardo Terreni, Strutturista; Sacha Cecconi, Pilota; e Dario Franceschi, Francesco Uccetta e Francesco Stagi, Tecnici area aerodinamica. Il team conterà, inoltre, con il prezioso contributo del Professore Associato dell’Università di Pisa, Giovanni Lombardi.

Pisa Air Cargo Team, agosto 2015. Credits: http://pisa.euroavia.eu/acc2019-it/

La vincita di questo prestigioso evento, non solo porterebbe un enorme riconoscimento al lavoro svolto dalla squadra, ma permetterebbe a EUROAVIA Pisa di ospitare la prossima edizione della gara che si terrà nel 2021.