aereo

    Black box: improve air safety

    Despite according to the International Air Transport Association (IATA), a passenger should carry an average of about 5.3 million commercial flights before coming across an accident, this transport is still the most dangerous in the collective imagination. So many people are still afraid to board a plane, preferring cars or trains for long and tiring journeys. But as stated ironically Lorenzo Pinna in his service: “The real risk of flying is the drive to the airport.” In fact, a plane crash stands every 1.6 million flights worldwide. Aviation safety is ensured by a set of rules that impose numerous operations of aircraft maintenance, strict controls and frequent surveys. These are possible thanks to the use of so-called BLACK BOX. This device consists of two recorders: the FLIGHT DATA RECORDER that records technical data (altitude, speed, temperature, turbulence etc.) and the COCKPIT VOICE RECORDER that records conversations between the pilots. It not only allows you to identify the causes of a plane crash, but also to investigate failures or wrong maneuvers that cause minor or near misses incidents. The black box is actually orange color to be easily traced, it is designed so as to withstand extreme conditions and it is equipped with a transmitter which is automatically activated upon contact with water, by transmitting ultrasonic signals up to 30 days. There are two black boxes, one in the tail and one in the face, typically on a commercial airplane.

    image credits: theguardian.com

    Scatola nera: migliorare la sicurezza aerea

    Nonostante secondo l’Associazione Internazionale di Trasporto Aereo (IATA), un passeggero dovrebbe effettuare una media di circa 5,3 milioni di voli commerciali prima di imbattersi in un incidente, questo mezzo resta ancora il più pericoloso nell’immaginario collettivo. Tanta gente ancora ha paura di salire a bordo di un aereo, preferendo automobili o treni anche per viaggi lunghi e stancanti. Ma, come afferma ironicamente Lorenzo Pinna nel suo servizio: “Il vero rischio del volare è il viaggio in auto verso l’aeroporto!”. Infatti in tutto il mondo si attesta un incidente aereo ogni 1,6 milioni di voli. La sicurezza aerea è garantita da una serie di norme che impongono numerose operazioni di manutenzione aeronautica, severi controlli e frequenti indagini. Queste ultime sono possibili grazie all’utilizzo della cosiddetta SCATOLA NERA. Tale dispositivo è costituito da due registratori: il FLIGHT DATA RECORDER che registra i dati tecnici (altitudine, velocità, temperature, turbolenze ecc.) e il COCKPIT VOICE RECORDER che registra le conversazioni tra i piloti. Essa non solo permette di individuare le cause di un disastro aereo, ma anche di indagare guasti o manovre sbagliate all’origine di incidenti di minore entità o mancati incidenti. La scatola nera è in realtà di colore arancione per poter essere facilmente rintracciata, è progettata in maniera da resistere a condizioni estreme ed è dotata di un trasmettitore che si attiva automaticamente al contatto con l’acqua, trasmettendo segnali ad ultrasuoni fino a 30 giorni. Su un aereo commerciale in genere sono presenti due scatole nere: una nella coda e una nel muso.


    Vuoi leggere i nostri articoli senza pubblicità?

    Sostieni il nostro progetto e avrai la possibilità di: