Home » Test di volo al PoliTo con il corso in ingegneria aerospaziale

Test di volo al PoliTo con il corso in ingegneria aerospaziale

Lo scorso novembre il Politecnico di Torino (per gli amici PoliTo) ha siglato un accordo importante con la National Test Pilot School. Si tratta di una delle migliori scuole statunitensi di addestramento di ingegneri e piloti, specializzata nell'ambito dei test di volo sperimentali.

Categorie Aviazione · Civile

Il Politecnico di Torino (per gli amici PoliTo) ha siglato un Memorandum of Understanding con la National Test Pilot School (NTPS). La scuola americana occupa il quinto posto in classifica per la formazione di piloti ed ingegneri interessati ai test di volo. La scuola oltre ad essere certificata e riconosciuta dalla Society of Experimental Test Pilots (SETP), è certificata presso la European Union Aviation Safety Agency (EASA) e accreditata presso la WASC Senior College and University Commission e presso l’Accreditation Board for Engineering and Technology (ABET).

Video di presentazione della National Test Pilot School, al PoliTo si parla di test di volo per ingegneri e piloti del futuro.

La National Test Pilot School è un’istituzione civile senza scopo di lucro di istruzione superiore situata e incorporata nello Stato della California. La scuola è stata fondata nel 1981 per soddisfare le esigenze di addestramento ai test di volo. Gli studenti e i clienti NTPS possiedono un background molto vario. Tra questi troviamo infatti membri di organizzazioni militari, industria aerospaziale, governi, agenzie di certificazione e persino cittadini privati. La missione della scuola statunitense è quella di educare e formare il personale dell’aviazione militare e civile in modo che ogni laureato migliori i test di volo e la sicurezza aerea e migliori la professione aerospaziale in tutto il mondo.

Convenzione PoliTo con NTPS e test di volo

Lo scambio culturale tra gli enti appartenenti ai due diversi continenti avrà come portavoce i docenti delle rispettive scuole. Al PoliTo la docente di riferimento è la professoressa Manuela Battipede, docente del dipartimento del DIMEAS (Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale). La stessa prenderà parte all’attività formativa in veste di docente nella scuola statunitense. Il suo corrispettivo: il Comandante Andrea Pingitore, pilota sperimentatore e istruttore certificato presso la NTPS. Esso verrà invitato come docente seminarista all’interno del corso Seminari di Ingegneria Aerospaziale erogato dal PoliTo nel percorso di Laurea Magistrale di Ingegneria Aerospaziale.

La professoressa Manuela Battipede dichiara

Abbiamo lavorato a questa convenzione con grande entusiasmo, sapendo sin da subito che sarà uno strumento di lavoro concreto ed efficace per trasmettere agli studenti del Politecnico la cultura del flight testing, una fase imprescindibile dello sviluppo e certificazione di qualsiasi mezzo aereo.

PoliTo e didattica innovativa: ponte verso il mondo del lavoro

Il corso è composto da una serie di seminari tenuto da relatori eccellenti nell’ambito dell’aerospazio con lo scopo di avvicinare lo studente alla realtà industriale. Infatti il corso si distingue per un duplice obiettivo. Il primo ha lo scopo di voler introdurre lo studente al mondo professionale legato all’aerospazio. Mira alla contestualizzazione della figura del progettista includendo anche altri profili lavorativi che seguono il mezzo aerospaziale durante il suo ciclo di vita.

Università Politecnico di Torino al lavoro per una ingegneria aerospaziale più pratica, al via con i test di volo. Crediti: Politecnico di Torino

Il secondo obiettivo è quello di fornire l’incontro dello studente con esponenti del mondo industriale. Realtà che potrebbe sembrargli lontana, ma con la quale dovrà presto interfacciarsi una volta immesso nel mondo del lavoro. Il dibattito con ogni relatore terminerà con una serie di domande e commenti a cui potranno seguire spunti di approfondimento per attività di tesi e tirocinio. Al momento il vantaggio di poter iscriversi al corso appartiene solo agli studenti del percorso di Ingegneria Aerospaziale. Il percorso di laurea si distingue già nel panorama nazionale per il programma EASA Part 66.

Spirito di avventura, esplorazione e scoperta. Sono questi gli ingredienti che conferiscono un fascino tutto particolare agli studi in Ingegneria Aerospaziale. Dall’inizio del ventesimo secolo fino ad oggi il settore aerospaziale ha sempre richiesto personale di alta qualifica ed incline all’innovazione. Con il nuovo programma del Politecnico di Torino ci sarà modo di dare un taglio più pratico al corso di laurea, introducendo le matricole al settore del flight testing e del volo sperimentale.

Lascia un commento