Tra noi, sicuramente la maggior parte conoscerà il significato della parola “UFO” (Unidentified Flying Object, oppure “Oggetto volante non identificato”) e saprà che questa è utilizzata per indicare i famigerati avvistamenti alieni; ebbene, non è insolito trovare, come in questi giorni, testate giornalistiche che ne fanno abuso per articoli acchiappa click.

Nell’ultima settimana molti quotidiani, tra cui il messaggero o ilfattoquotidiano, hanno trasmesso titoli del genere:

Ufo, la Marina Usa conferma per la prima volta: «Fenomeni aerei non identificati nei nostri filmati». Lo scoop dell’ex Blink-182 Video

Nel caso ci abbiate creduto, era nostro dovere avvisarvi che nulla di tutto ciò è reale. In primis, le date riportate dalle testate sono sfalsate: fanno riferimento a video confermati ora dopo 4 anni, mentre i primi avvistamenti risalgono al 2004 (quindi 15 anni, non 4, così come riportato da butac.it); per quanto possa apparire come un errore trascurabile, è indubbiamente un indice di poca veridicità dell’articolo stesso.

Per quanto riguarda le restanti informazioni, non sono altro che un riprendere fonti poco affidabili statunitensi (New York Post) e riportarle come se fossero vere. Come confermato da butac e Paolo Attivissimo, è stato preso per buono un articolo il cui titolo recitava: “The Pentagon finally admits it investigates UFOs“; possiamo ammirare il modo in cui risalta quel particolare “finalmente ammette”, tipico atteggiamento ed esclamazione di un complottaro in atto di smascherare chissà quale fandonia o segreto di stato. Come se non bastasse, sono stati fatti anche errori di traduzione eclatanti, come il confondere “aircraft” con “spacecraft”, ma questa è un’altra storia.

Tengo a chiarire un concetto, mi rivolgo a voi lettori direttamente. Tutto ciò non vuol dire che non crediamo a nulla o che vogliamo necessariamente smontare ogni tipo di teoria: io sono il primo a sostenere che non è così assurdo immaginare di non essere l’unica razza intelligente in un Universo così vasto. Tutto ciò che teniamo sempre a riportare, tuttavia, è armarsi sempre di un sano scetticismo: cercate fonti veritiere, affidabili, armatevi di buon senso e logica e affrontate questo tipo di tematiche. Nel frattempo, noi di Close-up vi saremo vicini per dirvi sempre la nostra.

Credits: butac.it; attivissimo.blogspot.com; nypost.com