Home » Londra-New York in meno di due ore? La NASA esplora la possibilità di voli commerciali a Mach 4

Londra-New York in meno di due ore? La NASA esplora la possibilità di voli commerciali a Mach 4

NASA e l'industria aeronautica esplorano il futuro del trasporto aereo passeggeri a velocità strabilianti. Scopriamo cosa c'è dietro queste innovazioni.

Categorie Agenzie spaziali · Aviazione
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Immaginate di viaggiare da Londra a New York in meno di due ore. Questa visione futuristica potrebbe presto diventare realtà, grazie agli sforzi congiunti della NASA e dei leader dell’industria aeronautica. Recentemente, la NASA ha esplorato la possibilità di voli commerciali a velocità comprese tra Mach 2 e Mach 4 (da 2.470 a quasi 5.000 km/h a livello del mare), significativamente più veloci rispetto ai circa 1.000 km/h dei grandi aerei commerciali attuali.

NASA esplora la possibilità di voli commerciali a Mach 4: il caso di studio

Le ricerche della NASA hanno rivelato l’esistenza di mercati potenziali in circa 50 rotte aeree consolidate, concentrando l’attenzione sul trasporto transoceanico. Questo focus deriva dal divieto, in vigore in USA e altre nazioni, di voli supersonici sopra le aree terrestri. I percorsi ad alto volume attraverso l’Atlantico e il Pacifico sono quindi i principali obiettivi.

Quesst e X-59: i pilastri della ricerca supersonica

NASA esplora la possibilità di voli commerciali a Mach 4

Parallelamente a questi studi, la missione Quesst di NASA, con il suo aereo supersonico silenzioso X-59, fornisce dati cruciali per potenzialmente modificare le normative sui voli supersonici commerciali sopra le terre emerse. Sebbene non direttamente collegata a questi nuovi studi, Quesst rappresenta un componente fondamentale del portfolio di ricerca supersonica della NASA.

NASA esplora la possibilità di voli commerciali a Mach 4: sfide e innovazioni e le squadre in campo

Il Programma Avanzato di Veicoli Aerei (AAVP) della NASA sta ora avanzando verso la prossima fase di ricerca, con due contratti della durata di 12 mesi per lo sviluppo di concept design e roadmap tecnologiche. Queste roadmap esploreranno le possibilità di viaggio aereo, delineeranno rischi e sfide e identificheranno le tecnologie necessarie per rendere realtà i viaggi a Mach 2 e oltre.

Boeing guida il primo team, con partner come Exosonic, GE Aerospace e Rolls-Royce North American Technologies. Northrop Grumman Aeronautics Systems guida il secondo team, collaborando con entità come Blue Ridge Research e Boom Supersonic. Ogni team svilupperà elementi di roadmap, includendo telai, potenza, propulsione, gestione termica e materiali compositi adatti a velocità supersoniche elevate.

Responsabilità e innovazione: il cammino verso il futuro

Mentre si procede verso la realizzazione di questi audaci progetti, la sicurezza, l’efficienza, le considerazioni economiche e sociali sono al centro delle preoccupazioni. La strategia di alta velocità, che emerge da questi concept design e roadmap, sarà cruciale per il futuro del trasporto aereo supersonico.

Una volta completata la fase di coinvolgimento dell’industria, NASA e i suoi partner industriali e accademici decideranno se proseguire la ricerca con i propri investimenti. Il sogno di volare a Mach 4 non è mai stato così vicino, segnando l’inizio di una nuova era nel trasporto aereo passeggeri.

Lascia un commento