Home » Kim Jong un lancia un missile balistico intercontinentale, ecco il video

Kim Jong un lancia un missile balistico intercontinentale, ecco il video

La Corea del Nord lancia un missile balistico intercontinentale e pubblica un buffo video di propaganda in cui vediamo protagonista il leader Kim Jong Un

Categorie SpaceMix

La Corea del Nord conferma il nuovo lancio di missili di Kim Jong un. I media statali nordcoreani affermano che il lancio dell’Hwasong-17 è stato guidato direttamente dal leader nordcoreano. Kim è raffigurato sorridente nel suo video di propaganda.

Kim Jong Un ed il missile Hwasong-17

L’ultimo missile testato a Pyongyang ha la capacità di raggiungere potenzialmente gli Stati Uniti. La Corea del Nord ha confermato di aver testato il suo più grande missile balistico intercontinentale, sotto la supervisione di Kim Jong Un. Kim Jong Un ha affermato che il paese continuerà a sviluppare un “deterrente per la guerra nucleare” mentre si prepara per un “scontro di lunga data” con gli Stati Uniti.

Il leader nordcoreano Kim Jong un guarda attraverso una finestra durante il lancio di prova di quello che secondo i media statali è un “nuovo tipo” di missile balistico intercontinentale (ICBM). La guardia costiera giapponese ha affermato che la Corea del Nord ha lanciato il proiettile. Invece, la Corea del Sud, ha bollato il lancio come una “chiara violazione” delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Secondo quanto riferito, il “nuovo tipo” di missile balistico intercontinentale è il più grande in Corea del Nord fino ad oggi. Questo segna la fine del divieto autoimposto dei test a lungo raggio, in vigore dal 2017. Secondo quanto riferito, il missile ha volato per 1.090 km fino a un’altitudine massima di 6.248 km e ha colpito un bersaglio nel mare tra la Corea del Nord e il Giappone.

Il razzo, che è stato rivelato durante una parata militare lo scorso anno, potrebbe raggiungere obiettivi a 15.000 km di distanza se sparato su una traiettoria normale. Ciò collocherebbe gli Stati Uniti nel suo raggio d’azione, insieme alla maggior parte del mondo.

Il missile balistico intercontinentale di Kim Jong un

L’Hwasong-17 è il più grande missile a combustibile liquido mai lanciato da un paese da un lanciatore mobile stradale, hanno affermato gli analisti. Questi hanno aggiunto che l’obiettivo della Corea del Nord è costringere gli Stati Uniti ad accettarlo come potenza nucleare e rimuovere le sanzioni che hanno paralizzato la sua economia.

La Corea del Nord ha testato l’ultima volta un missile balistico intercontinentale nel novembre 2017, che ha innescato uno scambio verbale di minacce di guerra con l’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump. In questo caso, il lancio di prova mostrano un “nuovo tipo” nordcoreano di missile balistico intercontinentale (ICBM – “intercontinental ballistic missile“). Si ritiene che il lancio dell’ICBM sia il più grande test terrestre di qualsiasi paese.

Il missile ha raggiunto un’altitudine massima di 6.248 km e ha viaggiato per 1.090 km durante un volo di 67 minuti. Questo si è schiantato nelle acque giapponesi, ha detto giovedì la KCNA, secondo il Times di Londra. Il lancio è stato seguito anche dalle forze armate in Giappone e Corea del Sud.

Gli ICBM sono missili a lungo raggio in grado di raggiungere gli Stati Uniti dall’Asia. Alla Corea del Nord è vietato testarli infatti, in precedenza, è stata pesantemente sanzionata per averlo fatto. I media statali hanno affermato che il leader Kim Jong un ha guidato direttamente il test di giovedì e che l’arma è stata la chiave per scoraggiare la guerra nucleare.

Il botta e risposta tra i Paesi

In risposta all’ultimo lancio, la Corea del Sud ha reagito con esercitazioni a fuoco vivo dei propri missili da terra, mare e aria. Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Lloyd Austin ha chiamato i suoi omologhi in Corea del Sud e Giappone e ha discusso una risposta al lancio.

“Qualunque sia l’intento della Corea del Nord, il Nord deve sospendere immediatamente l’azione che crea tensioni nella penisola coreana e destabilizza la situazione della sicurezza regionale e tornare al tavolo per il dialogo e i negoziati”. Queste sono le affermazioni di un portavoce del ministero dell’Unificazione di Seoul, che si occupa degli affari interni coreani. La Casa Bianca ha condannato l’ultimo lancio dalla Corea del Nord e lo ha definito una “sfacciata violazione” di molteplici risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Il leader nordcoreano ha ordinato il lancio sia per la “crescente tensione militare quotidiana dentro e intorno alla penisola coreana”, sia per un “confronto di lunga data con gli imperialisti statunitensi accompagnato dal pericolo di una guerra nucleare” secondo l’agenzia di stampa statale KCNA. L’agenzia ha dichiarato che la nuova arma avrebbe reso “il mondo intero chiaramente consapevole” delle capacità nucleari della Corea del Nord e ha riferito che ha promesso che i suoi militari acquisiranno “formidabili capacità militari e tecniche imperturbabili da qualsiasi minaccia militare e ricatto”.

Corea del Nord, Kim Jong-un vieta le giacche di pelle: "Solo io posso  indossarle" - La voce del Trentino

Il video di Kim Jong un

Kim Jong un appare in un surreale video di propaganda in stile hollywoodiano che mostra il lancio del missile nordcoreano. Il video è stato pubblicato dai media statali della Corea del Nord. Nel video sono presenti Kim e altri ufficiali militari che camminano al rallentatore davanti al missile.

Nel video, pubblicato venerdì, il leader nordcoreano Kim Jong un indossa una giacca di pelle nera lucida e occhiali. Successivamente vengono in quadrati il leader nordcoreano e i suoi funzionari che guardano i loro orologi prima che Kim si tolga gli occhiali, guardi nella telecamera e annuisca in segno di approvazione.

Un’altra scena mostra ufficiali militari che urlano mentre premono il pulsante che invia il missile in cielo, un momento che viene catturato da molte angolazioni diverse. Quindi passa a più corti di Kim e dei suoi funzionari che esultano al rallentatore. Nel complesso, il video dura quasi 12 minuti.

La Corea del Nord ed i film

Il padre di Kim, Kim Jong il, era un grande fan del cinema e possedeva più di 20.000 video e DVD, ha riferito la BBC. Negli anni ’70 ha persino ordinato il rapimento di un regista sudcoreano e di un attore. Questo per aiutare a far crescere l’industria cinematografica della Corea del Nord, secondo il Guardian.

North Korea: are missiles capable of hitting New York City? | North Korea |  The Guardian
Hwasong-17

Perché l’altezza è importante grafica

L’altitudine dell’Hwasong-15 supera quella dei missili precedenti che hanno raggiunto 4.500 km in una serie di test effettuati dalla Corea del Nord nel 2017. Gli esperti hanno stimato che l’Hwasong-15, se fosse stato sparato su una traiettoria standard, avrebbe potuto percorrere più di 13.000 km, mettendo a portata di mano qualsiasi parte degli Stati Uniti continentali.

Il nuovo missile sarebbe in grado di viaggiare sempre più in alto di questo. Come l’ha descritto un analista: “Un missile mostruoso”. Si ritiene che sia il più grande missile balistico intercontinentale mobile progettato per trasportare più testate.

Missile di Kim Jong un

Sanzioni, “ieri come oggi”

Anche i passaggi successivi al lancio sembrano familiari. Gli Stati Uniti e i loro alleati emetteranno condanne, ci saranno ulteriori sanzioni contro la Corea del Nord. Ci saranno discussioni sulla diplomazia e forse un coordinamento con la Cina nella speranza che Pechino possa influenzare la vicina Pyongyang. Eppure Kim Jong-un, pur sotto rigide sanzioni internazionali e un blocco autoimposto al confine per prevenire la diffusione della pandemia, è riuscito a costruire armi che, ad ogni versione, migliorano in raggio d’azione e velocità.

Come hanno affermato i media statali, questo missile balistico intercontinentale è visto come un “deterrente necessario”. Il regime ne ha fatto una priorità pur affrontando una “grave” crisi economica. Pyongyang è determinata a essere vista come una potenza nucleare, come parte del club nucleare d’élite e, la maggior parte degli analisti ritiene che stiano arrivando altri test. Qualcosa che difficilmente la comunità internazionale accetterà mai.

FONTI VERIFICATE

Lascia un commento