Parte oggi la missione CRS-19  di Space X alla volta della ISS; tra le decine di esperimenti di chimica, fisica e biologia che saranno trasportati a bordo della capsula Dragon, non può passare inosservato quello previsto dalla Anheuser-Busch InBev. L’azienda, produttrice della birra Budweiser, al momento detiene quasi la metà dell’ intero mercato della birra del pianeta e sembra intenzionata a sbarcare anche fuori dall’ atmosfera. Con la missione di oggi, infatti, verranno inviati sulla Stazione Spaziale alcuni semi d’ orzo dei quali verranno analizzati i processi di germinazione che lo trasformeranno in malto.

Come funziona l’ esperimento

I semi subiranno un processo di maltazione automatizzato: arrivato sulla ISS l’orzo secco verrà fatto macerare per aumentarne l’ umidità; successivamente verranno asciugati dal sistema automatico prima di essere tostati ai primi segni di germinazione.
Il processo durerà circa un mese al termine del quale i campioni saranno riportati a terra e analizzati in collaborazione con il CASIS (Center for Advancement of Science in Space).
Gli scienziati cercheranno quindi di comprendere come la microgravità avrà influenzato i processi chimici a cui va il merito delle qualità di una delle bibite più apprezzate al mondo e se la procedura eseguita avrà dato i risultati sperati.

Birra su Marte?

Quindi per Luca Parmitano ed il suo equipaggio, è ancora presto per poter sorseggiare un bel boccale davanti ad un oblò (anche per i divieti imposti dalle leggi internazionali dei quali vi avevamo parlato qui), ma in futuro le cose potrebbero cambiare.
Quello di oggi,infatti, sarà solo uno dei primi passi di un progetto molto più ampio che Budweiser ha in mente per il futuro. La frontiera per i prossimi decenni sarà ben più lontana dei 400 km che ci separano dalla ISS e si chiama Marte.
L’ azienda statunitense ha, infatti, in mente di diventare il primo produttore di birra su un altro pianeta come confermato anche dal suo vicepresidente Ricardo Marquez.

Quando e dove seguire il lancio

Appuntamento dunque alle 18.51 ora italiana per il lancio del “solito” Falcon 9 da Cape Canaveral verso una missione senza dubbio inebriante! (diretta del lancio qui)