Home » Lo spettacolo del fulmine che sembra colpire l’SLS della NASA

Lo spettacolo del fulmine che sembra colpire l’SLS della NASA

Ecco perché lo Space Launch System è incastonato tra 3 torri del sistema di protezione dai fulmini che circondano il pad sulla Cape Canaveral Air Force Station in Florida.

Categorie SpaceMix

Prima (fortunatamente) del lancio della missione Starlink 4-12 di SpaceX, avvenuto alle 00:42 ET (Eastern Time), 05:42 CET (Central European Time) dello scorso 19 marzo 2022, un fulmine è caduto nell’Atlantico evitando le torri del sistema di protezione che circondano il pad dello Space Launch Complex-40 sulla Cape Canaveral Air Force Station in Florida.

Fulmini caduti in passato: ecco perché ci sono le torri

Lo Space Launch System è incastonato tra le torri del sistema di protezione dai fulmini che circondano il pad dello Space Launch Complex-40 sulla Cape Canaveral Air Force Station in Florida. Le torri sono usate per reindirizzare i fulmini nelle immediate vicinanze. Questo essenzialmente crea una gabbia di Faraday, che protegge il razzo dai fulmini stessi. La NASA afferma che se ci si trova all’interno del sistema di soppressione dei fulmini, si è al 100% al sicuro dalle tempeste. Le torri sono tutte interconnesse con cavi in ​​acciaio inossidabile che formano un rettangolo nel quale i razzi vengono posizionati. I cavi poi arrivano a terra dove scaricano la corrente elettrica.

Le torri sono state innalzate per proteggere il lanciatore dai fulmini. Un altro evento è avvenuto alle 4:55 EDT del 19 maggio di due anni fa. Il lanciatore doveva decollare con la capsula SpaceX Dragon a bordo. Il lancio era il secondo volo di prova della compagnia per il Commercial Orbital Transportation Services Program della NASA, o COTS. Durante il volo, la capsula doveva condurre una serie di procedure di check-out per testare e provare i suoi sistemi, inclusa una manovra di rifasamento per un rendezvous con la Stazione Spaziale Internazionale.

La capsula doveva trasferire il carico e gli esperimenti alla stazione. Il carico includeva cibo, acqua e provviste per gli equipaggi della spedizione della stazione, come vestiti, batterie e apparecchiature informatiche. Sotto COTS, la NASA ha collaborato con due società aerospaziali per consegnare merci alla stazione.

C’era semplicemente troppa elettricità nell’atmosfera.

Jim Bridenstine, ex amministratore della NASA

Un fulmine ha colpito il razzo, non creando danni, ma innalzando una grande tensione. L’esperienza ha obbligato la SpaceX a dover posticipare la data del lancio. Dopo questa primo evento, sono stati innalzati parafulmini intorno al pad di lancio.

Il Tweet di Elon Musk del fulmine sulla Starship

Tempo fa, anche lo stesso CEO di SpaceX Elon Musk, aveva pubblicato su Twitter il video agghiacciante del fulmine che elettrizzava l’astronave nella struttura dell’azienda in Texas. Elon Musk ha ottenuto il filmato in una notte piovosa con molti fulmini.

Il fulmine è stato catturato durante un temporale nel sito della compagnia di Boca Chica in Texas, dove gli ingegneri stavano lavorando al razzo Starship che un giorno potrebbe trasportare umani su Marte. Il veicolo spaziale era in fase di test in preparazione per la sua prima missione orbitale.

“Questo è vero tra l’altro”, ha aggiunto Musk dopo aver pubblicato il video. Ha insinuato che l’incidente sembrava essere quasi troppo bello per essere vero. Musk ha anche twittato un collegamento YouTube a un trailer del 1974 del film “Young Frankenstein”, che presentava temporali paragonabili a quelli visti nel video di Starship.

Cosa è la Starship?

Il gigantesco e scintillante veicolo spaziale è stato progettato per trasportare gli astronauti della NASA sulla Luna, così come i sogni della compagnia spaziale di Elon Musk. Uno dei prototipi dell’astronave di SpaceX, l’SN9, prima di un volo di prova ad alta quota dalla base stellare nel Texas meridionale nel 2021.

Dal 2010, SpaceX lancia il Falcon 9, un razzo con un booster riutilizzabile che è diventato uno dei veicoli di lancio più dominanti nel volo spaziale globale. Starship è la prossima generazione: progettata come un gigantesco sistema missilistico completamente riutilizzabile che potrebbe costare meno e volare più spesso. Il test dei prototipi di Starship ha provocato gravi fallimenti che hanno portato a un volo e un atterraggio di successo nel maggio 2021. Dopo una serie di annunci prematuri seguiti da ritardi, Musk afferma che il 2022 è l’anno in cui la Starship entrerà in orbita per la prima volta.

Per raggiungere l’orbita, Starship si trova in cima a un imponente razzo chiamato Super Heavy. Una volta che i due pezzi della navicella spaziale attraversano le sollecitazioni dell’atmosfera terrestre, le due parti si separano. Mentre l’astronave prosegue più lontano verso l’orbita, il booster Super Heavy che l’ha aiutata a decollare ritorna per un atterraggio vicino al suo trampolino di lancio. Una massiccia torre dotata di bracci meccanici, che il signor Musk chiama “bacchette”, tenterà di afferrare il razzo discendente per farlo atterrare dolcemente.

Cosa è un fulmine?

fulmine

Il fulmine è l’elemento più spettacolare di un temporale. In effetti è così che i temporali hanno preso il nome. Il fulmine è una scarica di elettricità. Un solo colpo di fulmine può riscaldare l’aria circostante fino a 30.000°C. Questo riscaldamento estremo fa sì che l’aria si espanda in modo esplosivo velocemente. L’espansione crea un’onda d’urto che si trasforma in un’onda sonora in forte espansione, nota come tuono.

Poiché gli opposti si attraggono, la carica negativa nella parte inferiore della nuvola temporalesca vuole collegarsi con la carica positiva del suolo. Una volta che la carica negativa nella parte inferiore della nuvola diventa abbastanza grande, un flusso di carica negativa si precipita verso la Terra. Quando le due cariche si incontrano, una forte corrente elettrica trasporta la carica positiva nella nuvola. Questa corrente elettrica è nota come corsa di ritorno. Lo vediamo come il lampo luminoso di un fulmine.

L’accumulo di cariche elettriche deve essere sufficientemente grande da superare le proprietà isolanti Zdell’aria. Quando ciò accade, un flusso di cariche negative si riversa verso il punto più alto in cui le cariche positive si sono raggruppate a causa dell’attrazione del temporale. Un fulmine riscalda l’aria lungo il suo percorso facendola espandere rapidamente. Il tuono è il suono causato dall’aria in rapida espansione.

FONTI VERIFICATE

Lascia un commento