Home » Coldplay, il primo ascolto del nuovo brano è di Thomas Pesquet sulla ISS

Coldplay, il primo ascolto del nuovo brano è di Thomas Pesquet sulla ISS

La band britannica dei Coldplay lancia il primo brano del prossimo album. Il primo ascolto arriva a bordo della ISS dall'astronauta Thomas Pesquet.

Categorie Agenzie spaziali · SpaceMix

Sono passate poco più di due settimane dal lancio della missione Crew 2 di NASA e SpaceX. Lo scorso 23 Aprile, a bordo del vettore Falcon 9, un gruppo di quattro astronauti iniziò il viaggio che li ha poi portati a bordo della stazione spaziale internazionale (ISS). Il team è composto in particolar modo da Thomas Pesquet (ESA), Megan McArthur (NASA), Shane Kimbrough (NASA), e Akihiko Hoshide (Japan Aerospace Exploration Agency), ormai in orbita attorno al nostro pianeta da circa quindici giorni. L’equipaggio della Crew 2, arrivato a bordo della stessa navicella Crew Dragon, di fatto ha potuto sostituire gli astronauti che erano già a bordo della ISS, membri della precedente missione Crew 1. Proprio uno degli astronauti della Crew 2, Thomas Pesquet, ha avuto modo di conoscere i Coldplay, gruppo musicale britannico che ha voluto omaggiare l’ingegnere francese con un regalo singolare.

In alto il completo equipaggio della Crew 2 in attesa del lancio del Falcon 9 verso la stazione spaziale internazionale ISS. In basso l'astronauta francese Thomas Pesquet che ha preso parte in prima persona all'incontro con i Coldplay. Crediti: SpaceX.
In alto il completo equipaggio della Crew 2 in attesa del lancio del Falcon 9 verso la stazione spaziale internazionale ISS. In basso l’astronauta francese Thomas Pesquet che ha preso parte in prima persona all’incontro con i Coldplay. Crediti: SpaceX.

Il nuovo album Coldplay e il lancio sulla ISS

Nei giorni scorsi erano apparsi degli enigmi sui social network della band britannica e sui cartelloni pubblicitari in giro per il mondo. Dopo un pò di lavoro dei fan, il messaggio nascosto che rimandava ad una fantomatica AlienRadio.fm, ha rivelato il lancio del nuovo singolo, ovvero “Higher Power. Si tratta del primo brano del prossimo album che dovrebbe intitolarsi “Music of the Spheres”, dunque successore dell’ultimo “Everyday Life”.

Incontro tra Thomas Pesquet (a bordo della ISS) e i Coldplay, avvenuto nella notte del 7 Maggio.
Incontro tra Thomas Pesquet (a bordo della ISS) e i Coldplay, avvenuto nella notte del 7 Maggio.

Per il lancio del primo brano del nuovo album la band ha pensato a qualcosa di speciale, qualcosa come inviarlo in orbita a circa 400 km di altezza dalla superficie terrestre. Higher Power è stato infatti ascoltato per la prima volta nella notte del 7 Maggio proprio di Thomas Pesquet a bordo della stazione spaziale internazionale. Dopo una breve chiacchierata tra l’astronauta dell’agenzia spaziale europea e i quattro musicisti, il frontman Chris Martin ha chiesto a Thomas di ascoltare in anteprima assoluta il brano, appositamente inviato in orbita grazie alla collaborazione di ESA. Il brano, Higher Power, come poi spiegato dal cantante, vuole essere un inno alla figura dell’astronauta e al suo ruolo affascinante nell’universo.

La chiacchierata tra Thomas Pesquet e i Coldplay

Come anticipato, il lancio del nuovo brano è stato preceduto da una breve chiacchierata tra Thomas Pesquet e i Coldplay. I musicisti hanno mostrato il loro stupore dinanzi alla visuale che era agli occhi dell’astronauta francese. Infatti, Thomas ha mostrato loro tutto ciò che poteva osservare attraverso le finestre della navicella. In particolare, gli spacecraft Dragon e Soyuz, propriamente attraccate alla ISS, ed un fantastico e piccolo pianeta più in basso. “There’s you on Earth“, come dice Thomas rivolgendosi alla domanda di Chris Martin, un pò come se stesse indicando un barattolo di fagioli poggiato su un tavolo della cucina.

Durante l’intervista i Coldplay hanno chiesto le proprie curiosità riguardanti la vita nello spazio. Lo stesso Chris Martin ha chiesto all’astronauta cosa si provi a passare diversi mesi nello spazio in orbita attorno al proprio pianeta madre. La risposta di Thomas prova a spiegare come la visuale del pianeta cambi fortemente a centinaia di km di distanza. Questa diventa ben diversa dalla comune interpretazione che generalmente si fà quando si hanno i piedi per terra. Proprio mentre la ISS sta sorvolando l’Africa, Thomas spiega ai Coldplay che dalla ISS non si vede alcun tipo di confine. E’ possibile guardare solo fiumi, montagne, e i paesaggi fantastici del pianeta Terra.

Ed ancora, l’astronauta sottolinea come cambi la percezione di ciò che abbiamo a disposizione come esseri umani. Mentre sulla Terra sembra di essere in un luogo perfetto, sempre al sicuro e al riparo di qualsiasi minaccia, la visione a bordo della ISS cambia. La Terra, infatti, si mostra come un corpo roccioso davvero piccolo, un pianeta fragile che si trova all’interno di una scatola ben più grande e complessa di quanto si immagini. Per questo, conclude Pesquet, dovremmo fare molta più attenzione a cooperare tutti insieme e ad utilizzare le nostre risorse in maniera intelligente e efficace.

FONTI VERIFICATE

 

Lascia un commento