In Cina e precisamente nella città di Chengdu, la capitale del Sichuan, nella Cina centro-occidentale, molto presto gli abitanti potranno alzare gli occhi al cielo e scrutare non una bensì due Lune. Se la luna è romantica da sola, figuriamoci in compagnia.

No, non siamo impazziti. A quanto pare la Cina ha intenzione di lanciare, entro il 2020, una seconda luna verso il cielo che avrà il compito di permettere di sostituire completamente le luci stradali, su un’area con un diametro compreso fra 10 e 80 Km quadrati (per un totale di area compresa tra i 3600 kmq e i 6400kmq). Insomma, addio lampioni! Tale progetto, presentato da Wu Chunfeng, presidente dell’Aerospace Science and Technology Microelectronics System Research Institute, a quanto pare, riuscirà a emettere una luminosità circa 8 volte superiore alla luna che conosciamo.

luna cinese
Credits: ansa.it

Orbiterà intorno ai 500 chilometri di altezza, invece dei 380.000 chilometri e, secondo le attese, potrebbe portare ad un risparmio annuo di 173 milioni di dollari in minori costi per l’illuminazione.

So bene cosa state pensando. E sono assolutamente d’accordo con voi. Abbiamo creato tutti i presupposti per una grandissima invasione dei Saiyan e per vedere dal vivo il potentissimo Oozaru. Non so voi, ma quando Vegeta arriverà sulla Terra, mi schiererò con lui. Giusto per stare tranquilli. Non sia mai Goku non arrivi in tempo per salvarci tutti…

TUTTO MOLTO BELLO. MA I CONTRO DI QUESTA SECONDA LUNA?

Scherzi a parte, le problematiche di questa idea, sono tante. Il tutto tralasciando il mero e materiale fattore economico (anche se i costi effettivi restano un mistero). Per quanto originale, l’idea porterebbe indubbiamente problematiche alla flora e la fauna locale: potrebbe seriamente compromettere la vita quotidiana di animali e vegetali (oltre che interferire con le osservazioni astronomiche).

Secondo Kang Weimin, direttore dell’istituto dell’ottica presso l’Harbin Institute of Technology, non inciderà sulla vita degli animali, in quanto tale luce sarà comparabile al bagliore del pulviscolo.

Non resta altro che concedere il beneficio del dubbio e attendere! Vi terremo sicuramente aggiornati riguardo il futuro del progetto di questa seconda luna, intanto godetevi quella naturale.