Home » Boeing 787 Dreamliner sotto i riflettori della Federal Aviation Administration

Boeing 787 Dreamliner sotto i riflettori della Federal Aviation Administration

Martedì 15 febbraio 2022 la FAA ha dichiarato che non consentirà a Boeing di autocertificare i suoi nuovi Boeing 787 per il volo, fino a quando il processo di produzione non soddisferà i suoi standard

Categorie SpaceMix

La Boeing ha sospeso le consegne degli aerei 787 lo scorso maggio dopo che la FAA ha sollevato preoccupazioni per problemi con la produzione e l’ispezione dell’aereo. Le consegne non sono ancora riprese.

Compagnie Aeree Del Sud Della Cina, Boeing 777, Aereo

La dichiarazione della FAA

In una dichiarazione di martedì, la FAA ha affermato che continuerà ad approvare 787 Dreamliner per il volo fino a quando il controllo qualità e il processo di produzione di Boeing “produrrà costantemente 787 conformi agli standard di progettazione FAA”.
Ciò consentirà all’agenzia di confermare l’efficacia delle misure che Boeing ha intrapreso per migliorare il processo di produzione del 787″, si legge nella nota.

In una dichiarazione, un portavoce di Boeing ha dichiarato: “Rispettiamo il ruolo della FAA come nostro regolatore e operiamo in modo trasparente attraverso i loro processi dettagliati e rigorosi. La sicurezza è la massima priorità per il nostro settore. Continueremo a collaborare con la FAA per assicurarci di soddisfare le loro aspettative e tutti i requisiti applicabili.”

La dichiarazione aggiungeva: “L’anno scorso abbiamo avviato un programma completo per garantire che ogni aeroplano 787 nel nostro sistema di produzione sia conforme alle nostre rigorose specifiche. Abbiamo risolto molte delle non conformità e stavamo ultimando il nostro lavoro sugli articoli rimanenti. Continueremo anche a concentrarci sul soddisfacimento dei requisiti e delle aspettative della FAA e seguiremo il loro esempio sui tempi di ripresa delle consegne”.

Purtroppo l’azienda non ha potuto confermare quando sarebbero tornate le consegne dei Boeing 787 Dreamliner.
Questo, purtroppo per Boeing, è un allontanamento significativo dalla pratica abituale di far condurre ispezioni di certificazione ai dipendenti dell’azienda invece che direttamente alla FAA.

Boeing 787

La notizia dei Boeing 787

Giovedì l’amministratore della FAA Steve Dickson ha detto a un piccolo gruppo di giornalisti a margine di un evento che l’agenzia ha bisogno da Boeing di “una soluzione sistematica ai loro processi di produzione”.

La FAA ha dichiarato martedì che manterrà l’autorità di emettere certificati di aeronavigabilità fino a quando non sarà sicura che “il controllo qualità e i processi di produzione di Boeing producono costantemente 787 che soddisfano gli standard di progettazione FAA”.
Boeing non ha commentato immediatamente.

Dickson ha affermato che il mantenimento dell’autorità di certificazione “aumenterà la fiducia che abbiamo nella stabilità dei loro processi, perché saremo effettivamente lì a guardare i risultati di ogni aeroplano man mano che si stacca dalla linea.
“Penso che stiano mettendo in atto processi e stiamo lavorando con loro per assicurarci che questo tipo di problemi di qualità casuali non si presentino“, ha affermato. L’approvazione della FAA dei singoli aeroplani “non sarà un punto di strozzatura, ma darà un ulteriore controllo ed equilibrio”.

Vergine, Compagnia Aerea, Cielo, Volo, Aria, Aereo

Le consegne interrotte

Boeing ha sospeso le consegne del 787 a fine maggio dopo che la FAA aveva sollevato preoccupazioni sul metodo di ispezione proposto. L’agenzia di regolamentazione aveva emesso dure direttive di aeronavigabilità per affrontare i problemi di produzione per gli aerei in servizio e ha identificato un nuovo problema a luglio.

Le consegne si sono interrotte poiché le autorità di regolamentazione statunitensi hanno esaminato le riparazioni e le ispezioni. Le consegne dovrebbero rimanere congelate per mesi. Dickson ha rifiutato di prevedere quando Boeing potrebbe essere in grado di riprendere le consegne.

La FAA ha affermato in precedenza che vuole che Boeing si assicuri che “disponga di un solido piano per la rilavorazione che deve eseguire su un grande volume di nuovi 787 in deposito” e che “i processi di consegna di Boeing sono stabili”.

Il programma 787 rimane a un basso tasso di produzione, con un previsto ritorno graduale a cinque al mese nel tempo.

Boeing

La società ha rivelato un addebito di 3,5 miliardi di dollari a causa dei ritardi di consegna e delle concessioni ai clienti, e un altro miliardo di dollari in costi di produzione “anormali”, relativi a difetti di produzione e relative riparazioni e ispezioni sul jet.

Dickson ha detto che Boeing sta migliorando:

Non ho avuto problemi con la leadership di Boeing nell’ultimo anno, penso decisamente che stiano andando nella giusta direzione

Dickson
Sistema Di Trasporto, Aereo, Aeroporto, Jet

Il Boeing 787 non è l’unico aereo ad aver avuto dei problemi

La Boeing è stata presa di mira negli ultimi anni per vari problemi di sicurezza.
A luglio, circa due mesi dopo l’interruzione delle consegne, la FAA ha affermato che alcuni aerei 787 non consegnati avevano problemi di produzione vicino al muso degli aerei.
A novembre, la FAA ha anche segnalato un problema relativo alla contaminazione dei materiali che compongono l’ala, la fusoliera e la coda dell’aereo e ha confermato i problemi segnalati in precedenza, secondo quanto riferito all’epoca dal Seattle Times.

La FAA ha anche affermato che la Boeing deve avere un piano per rielaborare i 787 in deposito prima che il produttore possa riguadagnare l’autorità per ispezionare i Dreamliner.
Boeing è anche sotto controllo su un aereo di linea separato, il 737 Max, dopo che due degli aerei si sono schiantati a causa di problemi software, uccidendo 346 persone tra il 2018 e il 2019.

La scorsa settimana i legislatori democratici hanno criticato la supervisione della FAA su Boeing e hanno chiesto al Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti di condurre una revisione federale delle azioni della FAA.

Lascia un commento