Hustonville, Alabama, è un luogo magico per gli appassionati del mondo aerospaziale. Già solo il soprannome di questo posto è ricco di ispirazione: “Rocket City”, la città dei razzi. Qui si trova il Marshall Space Flight Center (MSFC), dove hanno preso forma molte delle missioni spaziali della NASA, incluso il programma Apollo; sempre qui l’ingegnere tedesco Wernher Von Braun (1912 – 1977) tramutava in realtà i suoi progetti, realizzando la famiglia di lanciatori Saturn, di cui fa parte il Saturn V, protagonista delle missioni di allunaggio. Non è un caso, quindi, che il MSFC sia ora al centro delle operazioni per il ritorno sulla Luna: la missione Artemide.

In particolare, al MSFC sono in fase di sviluppo due tecnologie di importanza decisiva nell’ambito della missione:

  • Lo Space Launch System (SLS), il vettore erede della famiglia Saturn;
  • Il lander a cui spetta l’onore di condurre gli astronauti sulla superficie lunare e l’onere di riportarli a casa.

Mentre al MSFC si lavora da tempo sullo SLS, la conduzione del progetto del lander è stata assegnata recentemente e il programma sarà gestito da Lisa Watson-Morgan, ex vicedirettore tecnico dell’MSFC, ora Manager dello Human Landing System Program. Alla realizzazione del lander parteciperanno anche industrie private; negli ultimi anni la NASA ha, infatti, selezionato quattro aziende private per collaborare nella costruzione di sonde automatiche, che serviranno come banco di prova per le tecnologie che riporteranno l’uomo sulla Luna: è molto probabile che sia una di queste quattro aziende a collaborare con il MSFC.

Missione Artemide
Credits: nasaspaceflight.com

Dettagli della missione Artemide

La missione Artemide prevede l’utilizzo di quattro principali tecnologie:

  • Il lanciatore, che sarà rappresentato dallo SLS;
  • Il Lunar Gateway, una stazione cislunare in grado di ospitare 4 astronauti e dotata di un laboratorio scientifico e di attracchi per diversi veicoli spaziali;
  • La capsula Orione, per il trasporto degli equipaggi verso la superficie lunare, capace di attraccare al Lunar Gateway;
  • Il lander in fase di costruzione al MSFC.

È primario, dunque, il ruolo del centro di Hustonville, dovendo realizzare ben due tecnologie su quattro tra quelle fondamentali per la missione Artemide.

Snippet: Ad Hustonville, Alabama, città nota come “Rocket City”, sono in fase di sviluppo lo Space Launch System e lo Human Landing System, due tecnologie che assumeranno un’importanza fondamentale nella missione Artemide, e il cui progetto è stato assegnato al Marshall Space Flight Center, già protagonista delle missioni Apollo con la famiglia di lanciatori Saturn.