Home » Andrea Patassa: chi è il nuovo astronauta di riserva scelto dall’ESA

Andrea Patassa: chi è il nuovo astronauta di riserva scelto dall’ESA

Andrea Patassa è il nuovo astronauta di riserva scelto dall'ESA. Capitano dell'Aeronautica e pilota militare, ha parlato delle sue motivazioni, lasciando un messaggio a chi è appassionato di scienza e spazio.

Categorie Agenzie spaziali
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

A Parigi l’ESA ha annunciato i suoi nuovi astronauti e tra di essi c’è l’italiano Andrea Patassa, oltre all’italiana Anthea Comellini, come astronauti di riserva. Nato nel 1991 a Spoleto, ha frequentato le scuole nella città natale fino alle superiori. Successivamente nel 2010 si è arruolato in Aeronautica Militare, entrando all’Accademia di Pozzuoli e conseguendo lì sia la laurea triennale (nel 2013) che quella magistrale (nel 2018). Nel 2014, durante gli studi in Scienze Aeronautiche, come parte di un programma di scambio internazionale ha speso quattro mesi in Francia.

Nel 2017 ha conseguito la licenza di pilota militare in Italia partecipando anche all’Euro-NATO Joint Jet Pilot Training Program. Dopo Tre anni come pilota di Eurofighter in stanza alla base di Grosseto diventa pilota collaudatore nel 2021. Oggi con il grado di capitano, Andrea Patassa è pilota sperimentale all’USAF Test Pilot School sita nella basea aerea di Edwards in California, USA. 

Le motivazioni del Capitano Andrea Patassa

Andrea Patassa

Ci scherza su, dicendo che da piccolo gli sembrava un obiettivo irraggiungibile, reale quanto diventare Spider Man. Poi durante gli anni aggiunge, grazie anche all’esperienza in aeronautica e l’incontro con altri astronauti capisce che può farcela. Tutti abbiamo almeno una volta immaginato di trovarci in assenza di peso sperimentandone le sensazioni e Andrea non è stato da meno. La voglia di viaggiare nello spazio lo ha sempre affascinato e unitamente all’amore per il volo ha trasformato in lavoro la sua passione.

E poi il sogno di diventare astronauta si è fatto realtà. Con esso il desiderio e la volontà di fare parte della storia dell’esplorazione spaziale. La sua meta ideale è ciò di cui tutti parlano, la Luna, ma non nasconde forte interesse per l’ISS. In ogni caso, è pronto a tutto ciò che l’ESA ha in serbo per lui e non vede l’ora di apprendere il più possibile.

Il messaggio alle nuove generazioni

Andrea ammette, che nemmeno tre anni fa o anche due mesi fa, non si sarebbe mai immaginato in questa posizione. E allora il suo avviso è semplice: “non rinunciate ai vostri sogni, puntate sempre al grande obiettivo”. Con la giusta concentrazione e passione è possibile raggiungere di tutto.

Le Esperienze e interessi

Con più di 1000 ore di volo su trenta differenti velivoli, Andrea Patassa parla fluentemente l’inglese e ovviamente, l’italiano. Oltre ad aver conseguito la laurea all’Università Federico II di Napoli dal 2010 ha partecipato a molteplici corsi di sopravvivenza dell’Aeronautica Militare nonché di salvataggio. Tra questi, ci sono addestramenti alla fuga subacquea e sopravvivenza e salvataggio in ambienti estremi.

Ma il nuovo astronauta oltre agli impegni e il lavoro come pilota trova anche il tempo per godersi i suoi Hobby. In generale è fan di un gran numero di sport, ma da buon italiano ama il calcio, poi gioca a tennis e alle volte corre. Amante della natura, Andrea Patassa è un appassionato escursionista e mountain biker, ma soprattuto è molto legato alla sua moto, che spesso e volentieri ha il piacere di guidare, oltre a viaggiare e non rinunciare alla lettura.

Lascia un commento